Il Future Food Institute lancia joint program ufficiale con FAO sulla food innovation

 

JOSÉ GRAZIANO DA SILVA (Direttore Generale di FAO)

“CON FUTURE FOOD INSTITUTE, PUBBLICO E PRIVATO SONO INSIEME PER NUTRIRE MENTI, STILI DI VITA E COSCIENZE ATTRAVERSO L’INNOVAZIONE”.

 

L’11 Giugno 2019, in occasione dell’International Symposium, “The Future of Food” della FAO, é stata ufficialmente firmata a Roma, una partnership strategica di lungo termine tra il Future Food Institute e la Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO). L’accordo prevede un programma congiunto finalizzato a promuovere la food innovation come leva per generare e accelerare impatti sociali, culturali, economici e ambientali. Il Joint Program parte da attività di formazione basate su conoscenza e competenze per mitigare la crisi climatica a partire dell’innovazione applicata al settore agroalimentare.

I programmi educativi internazionali sono rivolti a due target principali: i cittadini di domani, bambini, giovani talenti, generazione Z; e gli attori del settore di oggi, agricoltori, cuochi, e i professionisti del settore alimentare che quotidianamente sono chiamati a prendere decisioni e fare scelte che impattano sulla salute dell’uomo e del pianeta.

Il Joint Program “FAO – FFI” è basato sui contenuti dall’altissimo livello scientifico e didattico della piattaforma e-learning FAO aggiornata ed implementata costantemente con le offerte formative più all’avanguardia, ed ha l‘ambizione di raggiungere milioni di fruitori, accelerando e facilitando lo sforzo collettivo che mira a raggiungere 17 obiettivi e traguardi (SDGs) l’Agenda Globale per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, entro il 2030.

 

“Dopo la società della conoscenza ora, viviamo nell’era della Imagination Economy fronteggiando continui cambiamenti culturali e sociali e sempre maggiori crisi e cambiamenti ambientali. La food industry è la prima vittima di questo cambiamento ma allo stesso tempo una delle principali responsabili di questo stato di crisi” ha commentato Sara Roversi (founder del the Future Food Institute), continuando, in merito alla partnership spiegando che ” Con FAO, il Future Food Institute, promuove un modello culturale e formativo volto ad un apprendimento continuo. Ci muoveremo in questa direzione implementando programmi di apprendimento permanente presupposto fondamentale per lo sviluppo della società futura.”

 

“La partnership tra FAO e Future Food Institute  è finalizzata ad accelerare esponenzialmente il cambiamento positivo del sistema agroalimentare. Per raggiungere tale obiettivo, è necessario ricorrere all’innovazione nel settore agroalimentare. L’innovazione è infatti una soluzione chiave per affrontare le sfide più urgenti che il Pianeta sta affrontando. Ed il cibo è al centro di questa equazione.” Afferma José Graziano da Silva (Direttore Generale della FAO) e prosegue sostenendo: “Agricoltori, leader ed esperti del settore alimentare, innovatori e cuochi che rappresentano il motore di questo cambiamento.

La tecnologia e le piattaforme digitali sono, invece, gli abilitatori che ne facilitano l’implementazione.

La FAO ha scelto il Future Food Institute per promuovere un quadro culturale nuovo, finalizzato a garantire un processo di apprendimento continuo, personale e professionale, attraverso strumenti capaci di generare e consolidare comportamenti responsabili e positivi, nell’intera filiera agroalimentare.

FAO e Future Food Institute promuovono, quindi, una nuova visione di competenze, capaci di accelerare l’azione di sensibilizzazione globale sulle questioni legate alla salute dell’uomo e del Pianeta, facilitando il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Crediamo che  pubblico e privato insieme debbano lavorare insieme per la rigenerazione degli stili di vita, della mentalità e della coscienza da nutrire in un processo che parte innanzitutto  dall’innovazione culturale”.

 

Tra le prime Joint Activities di FAO e Future Food Institute troviamo le Future Food For Climate Change Summer Schools che formeranno Food e Climate Shapers da tutto il mondo; attori responsabili del cambiamento, food industry leader, policy maker, attivisti e innovatori. Programmi nati per accelerare processi di innovazione e creare consapevolezza, attraverso azioni tangibili sui temi della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici, sugli obiettivi globali di sviluppo sostenibile (SDGs), partendo dal Food, vera “energia per la vita”.

 

I primi appuntamenti in programma sono:

New York, (10 – 17 luglio 2019) con focus su Future Food for Climate Smart Cities

Tokyo (1-7 Agosto 2019) con focus su Future Food for Climate Smart Farms

Islanda (1-7 Settembre 2019) con focus su Future Food for Climate Smart Oceans

Maggiori informazioni sulle Summer Schools e sulle Joint Activities tra FAO e Future Food Institute sono disponibili sulla pagina ufficiale: https://futurefood.network/summerschool/

 

La versione integrale degli interventi di Sara Roversi, Founder di Future Food Institute che evidenzia le posizioni dell’istituto sul tema “Research, Knowledge Gaps and Needs for Sustainable Food Systems and Healthy Diets”, è disponibile a questo link:

http://bit.ly/faosymposiumpanel

 

– Primo intervento disponibile a 1h 7m 0s

– Secondo intervento a 1h 42 m 50s

– Terzo Intervento a 2h 09m 55s

 

A partire da 2h 26m 0s le dichiarazione di José Graziano da Silva (Direttore Generale della FAO) sul contributo di grandissimo valore rappresentato da questo Joint Program tra FAO e Future Food Institute

 

Leave a Reply