A Reggio-Emilia arriva la prima edizione di Agripride

Agripride sarà un meeting completamente dedicato ai temi dell’Agricoltura, dell’Alimentazione e dell’Ambiente, a Reggio Emilia il 29, 30 settembre e 1° ottobre, con la partecipazione del ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina, realizzato dal Comune di Reggio Emilia insieme ai partner scientifici Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e Centro ricerche produzioni animali (Crpa), in collaborazione con i Consorzi del Parmigiano-Reggiano, Consorzio dei Vini, dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia e le Associazioni del mondo agricolo Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Confcooperative, Legacoop, Agci, Ugc-Cisl. Partner tecnico per l’organizzazione il Future Food.

IL PROGRAMMA

Venerdì 29 settembre
– Workshop accademico: Smart Agro Food Cities
Durante la mattina di venerdì 29 settembre, dopo i saluti di Simona Caselli, assessora all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna, docenti, esperti nazionali e internazionali, provenienti dai 7 Paesi del G7, gli studenti del Food Innovation Program e del Future Food Lexicon Lab, prenderanno parte alla conferenza accademica per confrontarsi sul tema delle Smart Agro Food Cities sviluppando un concetto di filiera estesa e il rapporto tra la campagna e la città.
Il workshop non è aperto al pubblico.

Sabato 30 settembre
Dalle ore 10 alle ore 13, Chiostri di San Pietro – Partecipazione a invito –
– Conferenza “Ripartiamo dal primario, strategie di sviluppo per città resilienti e sostenibili”
Modera Patrizio Roversi
Saluti di Luca Vecchi sindaco di Reggio Emilia
Interviene: Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF)

La conferenza con tavola rotonda ha l’obiettivo di discutere come implementare le raccomandazioni che saranno emerse dal workshop accademico “Smart Agro Food Cities” nel contesto di Reggio Emilia. Alla conferenza verranno infatti coinvolti gli enti territoriali (Comune, Provincia, Regione, MIPAAF), le associazioni di categoria, la Camera di Commercio, il sindaco di Digione François Rebsamen (la capitale della Borgogna è fra l’altro un importante centro agricolo e alimentare ed è gemellata con Reggio Emilia), e tutti i soggetti interessati che si occuperanno di portare sul territorio reggiano le linee guida prodotte dal workshop lavorando sui seguenti obiettivi: clima imprenditoriale, forza lavoro, sviluppo della città, territorio rurale e infrastrutture. Tutto questo sarà poi ufficializzato grazie alla stesura di un Libro Bianco che sarà presentato a Bergamo in occasione del G7 dell’Agricoltura il 14 e il 15 ottobre 2017.

Dalle 17:30 alle 19:30, Chiostri di San Pietro
– Contadinner
Per la prima volta a Reggio Emilia, nel Chiostro grande di San Pietro, arriva la Contadinner di Vazapp. Un’agorà che mette storie e persone al centro, nata per accogliere giovani che, grazie alla relazione e allo scambio di sapere, possono diventare fermento e stimolo per la comunità. Un’occasione di confronto dove gli agricoltori siedono insieme e condividono con un pubblico più vasto storie e preoccupazioni, ma anche le loro aspirazioni e prospettive, con l’obiettivo di ispirare i giovani a investire nella carriera agricola.

Dalle 19:30
Chiostri di San Pietro
– Apericena
Il Chiostro grande di San Pietro sarà aperto al pubblico per un’apericena accompagnato da videomapping con proiezioni video sulle pareti dell’edificio in tema e dal concerto dei Violini di Santa Vittoria, che con lo spettacolo Denominazione di Origine Popolare animeranno la seconda parte della serata.

Domenica 1 ottobre
Piazza della Vittoria
Così nasce il Re dei formaggi
L’arte antica della cottura a legna di una forma di Parmigiano-Reggiano.
La nascita di una forma nella narrazione di gesti e saperi, regina della scena è una tradizionale caldaia dove si sviluppa la caseificazione.
In collaborazione con Coldiretti

Sosterranno l’iniziativa come media partner Agronotizie, Askanews e Radio Bruno.

Leave a Reply